Un libro-panettone candito di solidarietà

Il panettone libroI libri nascono per trasmettere emozioni. Se accanto a questo c’è anche l’obiettivo di sostenere un progetto per ragazzi che hanno difficoltà di apprendimento scolastico, i libri – o meglio, il libro in questione – meritano un’attenzione particolare. Per questo segnalo, più che volentieri – e mi onoro anche di aver aderito al progetto – l’antologia Il Panettone (Romano Editore) che raccoglie 21 racconti legati al Natale e in particolare al panettone.

Dice il comunicato dell’editore: “21 giornalisti che sono anche scrittori hanno dato la loro disponibilità per creare questa “ricetta” di Natale fatta di racconti; un “impasto” variegato che profuma di festa. 21 giornalisti/scrittori che hanno dato via libera alla fantasia ruotando sullo stesso tema. Una ricetta che ha dato vita ad un libro variegato con “canditi” noir e rosa, uvette dolci e tenere per ragazzi di oggi e di ieri. Dal noir, al fantasy, dai ricordi di famiglia, ai racconti per ragazzi questa miscela letteraria è “lievitata” per  donare aiuto all’Associazione Italiana Dislessia per il progetto ‘Così Imparo’”.

Come si legge nella prefazione del libro, il progetto “Così Imparo” nasce da questa semplice constatazione della realtà: “Oggi la percentuale dei ragazzi affetti da Disturbi Specifici dell’Apprendimento, più nota come Dislessia è del 4% della popolazione in età scolare, vale a dire uno, due bambini per classe. Per questi studenti non è necessario solo il supporto da parte della società e della scuola ma risulta necessario un cambio di prospettiva pedagogico e una ridefinizione del concetto di insegnamento. Gli studenti con DSA sono intelligenti e possono imparare ma non potendolo fare in maniera automatica devono percorrere strade diverse, usare strumenti attivi per studiare e sentirsi valorizzati, incentivati a divenire protagonisti nella scuola, anche con metodologie diverse”.

I libristi ( giornalisti/scrittori)  riuniti in associazione, si sono dati appuntamento in questo volume, per presentarsi al panorama italiano proprio con l’obiettivo di sostenere con convinzione il progetto “Così Imparo”.

Un progetto straordinario nei suoi intenti perché dal mio punto di vista, al di là dell’essere credenti o no, recupera il senso di solidarietà e vicinanza umana che il Natale ha insito nelle sue radici storiche.

Questi i libristi che hanno aderito al progetto: Bracaloni Antonella, Brancale Michele, Capanni Roberta, Casini Bruno, Ceccarelli Elisangelica, Chimenti Tommaso, Ciampi Paolo, Cini Chiara, Curci Beatrice, Daniele Susanna, Fioretto Sara, Gangemi Sebastiana, Grippi Silvana, Lazzerini Marcello, Martinelli Luca, Moschella Duccio, Ricci Emiliano, Settimelli Massimo, Torre Elena, Valbonesi Stefania, Zoi Enrico